Bolzano e dintorni

I vescovi di Trento fondarono Bolzano nel 1170 come un insediamento di mercato ambulante pianificato. Consisteva nella "Laubengasse" di oggi e sulla "Kornplatz" di oggi. In questa fase seguirono numerosi conflitti con i signori regionali, soprattutto i conti tirolesi, che alla fine riuscirono ad affermarsi. Con la cessione del Tirolo alla Casa d'Asburgo nel 1363, Bolzano trovò la pace sociale, che si espresse nella concessione dello statuto cittadino nel 1442. Fino al XVIII secolo Bolzano era un centro commerciale europeo, di cui il Museo Mercantile testimonia ancora oggi.

Museo & Visite

Schloss Hocheppan

Hocheppan

La roccaforte dei conti di Appiano Il castello è un’amata meta escursionistica che offre, oltre ad una taverna, una vista magnifica sul territorio sottostante.

Castel Hocheppan
Via Castel d’Appiano 16
39050 Missiano / Appiano
Südtirol

Sulla storia - C`era una volta ... 

Created with Sketch.

Inhalte von Youtube werden aufgrund deiner aktuellen Cookie-Einstellungen nicht angezeigt. Klicke auf “Zustimmen & anzeigen”, um zuzustimmen, dass die erforderlichen Daten an Youtube weitergeleitet werden, und den Inhalt anzusehen. Mehr dazu erfährst du in unserer Datenschutz. Du kannst deine Zustimmung jederzeit widerrufen. Gehe dazu einfach in deine eigenen Cookie-Einstellungen.

Zustimmen & anzeigen

La roccaforte dei conti di Appiano Eretto sopra Missiano nella prima metà del XII secolo in una posizione per l’epoca strategica, Castel Hocheppan consentiva ai conti di Appiano di controllare la vallata e contrastare i conti di Tirolo e la diocesi di Trento che tentavano di estendere la propria influenza sul territorio.  

Un’imboscata dei conti di Appiano ad un’ambasceria papale nel 1158 chiamò in causa l’imperatore Federico Barbarossa che ordinò una ritorsione, a seguito della quale il castello venne distrutto. Questo evento segnò la fine del potere degli Appiano e il passaggio del castello, dopo la ricostruzione, ai conti di Tirolo nel 1315. Nei secoli che seguirono la fortezza passò di mano in mano fino a diventare, nel 2016, proprietà del comune di Appiano.  

Il castello è oggi un’amata meta escursionistica che offre, oltre ad una taverna, una vista magnifica sul territorio sottostante. Inoltre vengono organizzate visite guidate alle rovine e alla cappella del castello ed è disponibile un percorso dedicato al tiro con l’arco composto da 28 postazioni immerse nel bosco. 

 

Escursione - Andriano-Castel Hocheppan

Created with Sketch.
Panoramablick Hocheppan

Difficoltà: media

Inizio: Piazza del paese Andriano
Distanza: 5,0 km
Durata: 2:00 h
Dislivello salita: 233 m
Dislivello discesa: 233 m 

Descrizione generale
Escursione attraverso un bellissimo bosco misto di latifoglie. Lungo il tragitto si gode di un incantevole vista su Bolzano e sullo Sciliar.


Descrizione cammino
Il punto di partenza dell’escursione è la piazza del paese di Andriano. Via Bottai si segue dapprima in direzione Castelforte, per poi svoltare a sinistra, dopo 400 metri, in Via Kripp, raggiungendo il bosco tra le case della Via Hocheppan. Il sentiero marcato (2), oltrepassando la Kraideturm (Torre del gesso), conduce, a tratti in salita, a tratti in pianura, a Castel d’Appiano. La vista su Bolzano e lo Sciliar è incantevole. Dopo una sosta rigenerante alla locanda del maniero e una visita alla cappella con i suoi pregiati affreschi, si rientra ad Andriano lungo il medesimo percorso.  

Escursione - S. Paolo al triangolo dei castelli

Created with Sketch.
Burgendreieck Eppan

Difficoltà: media

Inizio: Caserma dei Vigili del fuoco S. Paolo
Distanza: 7,9 km
Durata: 4:00 h
Dislivello salita: 400 m
Dislivello discesa: 400 m 


Descrizione generale
Escursione ricca di suggestioni al Triangolo dei castelli di Appiano con incantevoli punti panoramici. 

Descrizione camino
Il cartello riportante l’indicazione per il sentiero n. 12 conduce dal centro del Paese in direzione Missiano, passando accanto alla chiesa gotica di San Paolo. Poco prima di raggiungere Castel Korb, ci s’imbatte nella segnaletica per l’Escursione dei tre castelli con pittogramma. Proseguendo in questa direzione, l’agevole sentiero si arricchisce di arbusti e degli incantevoli scorci di Bolzano e delle Dolomiti. In circa due ore, dopo la breve e più ripida ascesa finale, si giunge al Castel d’Appiano, audacemente eretto su una roccia. La strada si fa quindi più avventurosa, sebbene sempre ben segnalata. Su uno stretto sentiero, a tratti esposto, si scende sui massi di porfido nella gola della Valle d’Appiano. Ca. 60 m di gradini di metallo assicurati conducono gli escursionisti sull’altro lato della forra, verso la rovina Boymont. Sul sentiero boschivo in direzione sud (oltrepassando la deviazione a destra verso Predonico), il cartello indica la strada che scende tra i sassi sino a raggiungere una ripida stradina in asfalto. In 10 minuti si approda alla rovina Boymont, che sorge in una posizione incantevole. Al ritorno, si ripercorre la stradina in asfalto sino ai frutteti e ai vigneti, dove s’incontra la salita che riporta a San Paolo. L’escursione diventa circolare e viene leggermente allungata se dalla rovina Boymont s’imbocca la via n. 8/A, che porta a San Paolo passando per il ristorante Kreuzstein.

Burgkapelle Hocheppan

Cappella del castello Hocheppan

Panoramablick Überetsch

Vista panoramica

Romanisches Fresko Hocheppan

Apside romanica

Tiroler Knödel Fresko

Mangiatore di "Knödel"

Hinweisschild Pfeil und Bogen

Arco e freccia

Mittelalterliche Trommler

Batterista

Mittelalterlicher Bogenschütze

Arciere

Tiroler Fahne Hocheppan

bandiera tirolese

Schloss Runkelstein

Castel Runkelstein

Die Bilderburg
Auf einem Porphyrfelsen über der Stadt Bozen thront mächtig Schloss Runkelstein. Begonnen wurde mit dem Bau der Anlage im fernen Jahre 1237 unter den Adeligen Friedrich und Beral von Wangen.

Castel Runkelstein
Sill 15
39100 Bolzano
Südtirol

Sulla storia - C`era una volta ... 

Created with Sketch.

Inhalte von Youtube werden aufgrund deiner aktuellen Cookie-Einstellungen nicht angezeigt. Klicke auf “Zustimmen & anzeigen”, um zuzustimmen, dass die erforderlichen Daten an Youtube weitergeleitet werden, und den Inhalt anzusehen. Mehr dazu erfährst du in unserer Datenschutz. Du kannst deine Zustimmung jederzeit widerrufen. Gehe dazu einfach in deine eigenen Cookie-Einstellungen.

Zustimmen & anzeigen

Die Bilderburg Auf einem Porphyrfelsen über der Stadt Bozen thront mächtig Schloss Runkelstein. Begonnen wurde mit dem Bau der Anlage im fernen Jahre 1237 unter den Adeligen Friedrich und Beral von Wangen. 

Runkelsteins Sternstunde schlug jedoch im Jahr 1385, als das bürgerliche Brüderpaar Franz und Niklaus Vintler die Burg erwarb. Den Adeligen ihrer Zeit wollten sie in nichts nachstehen und ließen die gesamte Anlage mit einzigartigen Wandmalereien ausstatten. Diese sind ein außergewöhnliches Zeugnis der damaligen höfischen Welt, der adeligen Bekleidung und des Turnierwesens. Sie bilden heute den weltweit größten profanen Freskenzyklus des Mittelalters.

Escursione - Passegiata del talvere

Created with Sketch.
Fresken Runkelstein Bozen

Difficoltà: facile

Inizio: Castel Maretsch
Distanza: 2,8 km
Durata: 0:35 h
Dislivello di salita: 87 m
Dislivello di discesa: 87 m 

Una passeggiata pianeggiante, ricca di aiuole fiorite, alberi ad alto fusto, adornata ad est da diversi ettari di vigneti. Fra le vedute si trova anche Castel Mareccio: nelle giornate terse, assieme alla collina di Santa Maddalena ed al Catinaccio che fa da sfondo, costituisce uno degli scorci piú suggestivi della cittá. Piú avanti, nei pressi di ponte Sant’Antonio, un sentiero conduce a Castel Roncolo: il maniero illustrato famoso per il suo prezioso ciclo di affreschi profani risalenti al Medioevo. Dal castello una strada forestale porta alla vicina Passeggiata di Sant’Osvaldo.  

Schloss mit Weinreben

Castel Maretsch

Museum und Veranstaltungszentrum im Herzen von Bozen
Eine Fahrt durch Südtirol wird durch den Blick auf 800 Burgen, Schlösser und Ansitze begleitet. Allein der Bozner Talkessel zählt rund 40 Burganlagen, darunter auch Schloss Maretsch.

Castel Maretsch
Via Claudia-de-Medici Straße 12

39100 Bolzano
Südtirol

Sulla storia - C`era una volta ... 

Created with Sketch.
Festsaal Schloss Maretsch Bozen

Museum und Veranstaltungszentrum im Herzen von Bozen Eine Fahrt durch Südtirol wird durch den Blick auf 800 Burgen, Schlösser und Ansitze begleitet. Allein der Bozner Talkessel zählt rund 40 Burganlagen, darunter auch Schloss Maretsch, das sich nur wenige Gehminuten von der Bozner Altstadt befindet. 

Der älteste Teil von Schloss Maretsch wurde in der ersten Hälfte des 13. Jahrhunderts errichtet. Die Burgbewohner, die Herren von Maretsch, standen dem Landesfürsten von Tirol nahe und weiteten die Macht des Regenten im Bozner Talkessel aus. Diese Gegend war nämlich der Zankapfel, um den sich der Bischof von Trient und der Tiroler Landesfürst stritten. Seit dem Jahr 1477 lässt die adelige Familie Römer das Schloss im Sinne der Renaissance erweitern und entsprechend freskieren.

Escursione - Bolzano e il vino

Created with Sketch.
Magdalenahügel Bozen

Difficoltà: facile

Inizio: Castel Maretsch
Distanza: 6,0 km
Durata: 1:45 h
Dislivello di salita: 150 m
Dislivello di discesa: 150 m 


Piazza Walther, Portici, Ponte Talvera, Passeggiate del Talvera, Passeggiata Sant’Osvaldo, Collina di Santa Maddalena, Via Brennero, Piazza Municipio. 

Castel Karneid Bolzano

Castel Karneid

Il gioiello di Cornedo Il castello venne probabilmente costruito dai signori von Völs, ministeriali del Principato vescovile di Bressanone, menzionati per la prima volta nel 1142.

Castel Karneid
Via Cornedo 15
39054 Cornedo
Südtirol

Sulla storia - C`era una volta ... 

Created with Sketch.
Panoramablick Schloss Karneid Bozen

Il gioiello di Cornedo Il paese di Cornedo si erge su uno sperone roccioso di porfido, a picco sopra la gola della Val d’Ega, a un’altezza di 460 m s.l.m. L’origine del castello è piuttosto incerta, ma pare possa essere datata tra il 1230 e il 1240. 

Il nome del castello deriva dal termine latino “cornu”, con il significato di “territorio dal rilievo corniforme”, che insieme al suffisso “-etu” andò a formare il nome di “Corneit”, menzionato per la prima volta nel 1246.

Il castello venne probabilmente costruito dai signori von Völs, ministeriali del Principato vescovile di Bressanone, menzionati per la prima volta nel 1142. Intorno alla metà del XIII secolo il castello venne ampliato grazie all’aggiunta di una lizza e, a ovest del mastio, ulteriori edifici. Tra i castelli meglio conservati dell’Alto Adige, è oggi proprietà del barone Christoph von Malaisè, aperto al pubblico e raggiungibile con una passeggiata di 15 minuti.   

Escursione - Via dei Cavallieri

Created with Sketch.
Panorama Bozen

Difficoltà: media

Inizio: Paes Cardano
Distanza: 16,2 km
Durata: 5:45 h
Dislivello di salita: 1.370 m
Dislivello di discesa: 653 m


Descrizione generale
La prima tappa collega le tre località Cardano, Collepietra e Tires al Catinaccio. 

Descrizione cammino
La prima tappa del sentiero delle Perle parte a Cardano. Partenza in direzione sentiero [1] fino il bivio del sentiero dei calieri ("Rittersteig"). Quello porta fino a Collepietra. Dal centro del paese di Collepietra il sentiero delle Perle conduce lungo il sentiero [2], passando alle piramidi ti terra. Qui parte la discesa verso la valle di Tires. Possibilità di alloggio si trova al centro di Tires. Il paese si raggiunge lungo il sentiero [8]. Fermate autobus si trovano a Cardano. a Cornedo, a Collepietra e a Tires.  

Mangiare & Bere

Alloggi

Giardini